Sezione dedicata ai Professionisti del settore alimentare

Perché aderire al programma

I locali e le attività che aderiscono al programma godono di una grande visibilità, grazie ai numerosi canali di comunicazione dell’Associazione Italiana Celiachia: alla sottoscrizione del protocollo d’intesa tra AIC e l’operatore, segue infatti l’inserimento del locale/laboratorio nei seguenti canali di informazione e promozione:
  • elenchi presenti sul sito dell’Associazione Nazionale (celiachia.it) e Regionale (emiliaromagna.celiachia.it);
  • guida per l’alimentazione fuori casa edita annualmente e inviata a tutti i soci AIC;
  • servizio telefonico 89.24.24;
  • applicazioni gratuite per smartphone realizzate da AIC .

A ciò si aggiunge la fiducia che i celiaci assegnano a questo progetto di AIC e che rappresenta uno dei maggiori impegni della Associazione: impegno che è costantemente monitorato, adeguato e rinnovato.

Possiamo inoltre sottolineare come l’esperienza dei nostri locali insegni che la vita di relazione del celiaco ha spesso un effetto trainante nella scelta dei locali e dei prodotti da acquistare anche per le preparazioni domestiche. Se questo effetto trainante costituisce un vantaggio per il locale/laboratorio, ovviamente gran parte della scelta dipende dalla valutazione del rapporto qualità/prezzo.

Chi può aderire al programma

  • ristoranti, agriturismo, trattorie, osterie, bar/tavola calda, bracerie, spaghetterie
  • alberghi, case vacanza, hotel, locande,villaggi vacanze, B&B
  • Pub, creperie, enoteche, paninoteche
  • Bar, tavola fredda, tavola calda,
  • catering,sale ricevimento
  • Pizzerie
  • Gelaterie
  • Laboratori artigianali: panetterie, panifici, pasticcerie, pastifici, pizzerie di solo asporto, gastronomie e rosticcerie

Focus: le regole per operare nel senza glutine in Emilia Romagna

Il 29 dicembre 2011 la Regione Emilia Romagna ha emanato la determina 16963/2011, aggiornata poi nel 2018 con il DGR 386, contenente le: “Linee guida per il controllo ufficiale delle imprese alimentari che producono e/o somministrano alimenti non confezionati preparati con prodotti privi di glutine, destinati direttamente al consumatore finale“. Questo provvedimento permette di operare nell’ambito del senza glutine in modo chiaro e omogeneo su tutto il territorio regionale. Per chiarire ed analizzare i contenuti del provvedimento la Regione, in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia Emilia Romagna ha realizzato la guida “Celiachia e alimentazione senza glutine” destinata agli operatori del settore alimentare.

La guida illustra in forma sintetica gli aspetti fondamentali da prendere in considerazione per la preparazione e la somministrazione in sicurezza degli alimenti destinati a persone che hanno un’intolleranza permanente al glutine (celiachia).

Pertanto prima di avviare qualunque tipo di produzione/somministrazione di alimenti senza glutine, vi invitiamo a prendere attenta visione dei seguenti documenti:

  • Guida “Celiachia e alimentazione senza glutine” (CLICCARE QUI)
  • Aggiornamento determina 16963/2011 DGR 3642 del 16/03/2018″. “Linee guida per il controllo ufficiale delle imprese alimentari che producono e/o somministrano alimenti non confezionati preparati con prodotti privi di glutine, destinati direttamente al consumatore finale” (CLICCARE QUI)

Per maggiori informazioni è possibile anche consultare il sito della Regione Emilia e Romagna Saluter.it

Per la modulistica e gli eventuali adempimenti, oltre alla citata determina, occorre fare riferimento alla Determinazione del responsabile del servizio veterinario e igiene degli alimenti 13 novembre 2011, N. 14738  dell’Emilia Romagna e riguardante la “Procedura per la registrazione e il riconoscimento delle attività e degli stabilimenti del settore alimentare, dei mangimi, dei sottoprodotti di origine animale (SOA) e della riproduzione animale” (per scaricare la determina CLICCARE QUI).

Tutta modulistica deve essere presentata esclusivamente in forma telematica attraverso lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune in cui si trova la sede operativa della attività, indipendentemente dalla sede legale dell’impresa.

Come aderire al programma

Per entrare a far parte del network Alimentazione Fuori Casa è necessario avere adempiuto le formalità previste dalla normativa regionale sul senza glutine indicate nel punto precedente. In particolare sono indispensabili:

  • frequenza da parte del titolare di ogni struttura, del cuoco/pizzaiolo/gelatiere e del responsabile di sala, di un corso base sul senza glutine organizzato dai Sian (Servizio Igiene Alimenti Nutrizione) delle varie provincie dell’Emilia Romagna in collaborazione con AIC Emilia Romagna;
  • notifica di inizio/variazione di attività per il senza glutine e avere provveduto all’aggiornamento del manuale HACCP con l’inserimento del “rischio glutine”;
  • contributo per l’operato dell’Associazione: 60 euro ristoranti e pizzerie e 35 euro bar e gelaterie.

Terminato il corso presso il SIAN, gli operatori possono comunque già contare sul supporto di AIC Emilia Romagna per le attività di verifica e approfondimento dei concetti presentati durante il corso stesso e le procedure necessarie per adempiere prescritti obblighi formali.

Gli approfondimenti e le verifiche, dovrebbero consentire di giungere alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra AIC Emilia Romagna e la struttura.

Periodicamente, nonché in caso di segnalazioni di anomalie nel servizio del senza glutinele strutture saranno monitorate da Tutor esperti e da professionisti.

Contatti

Gli operatori che desiderino far parte del Network AIC possono trasmettere l’apposito modulo compilato con i dati richiesti, alla segreteria regionale AIC Emilia Romagna tramite mail a  segreteria@aicemiliaromagna.it o via fax al numero 059/454462.

Per scaricare il modulo CLICCARE QUI

L’Associazione contatterà la struttura interessata per avviare il percorso di ingresso nel network.

E’ necessario tenere presente che, in alcuni casi, le liste di attesa sono particolarmente affollate a causa dell’elevato numero di richieste di adesione.

Referenti del programma

Dott.ssa Barbara Pellati  – Dietista
e-mail: progettoafc@aicemiliaromagna.it – cell. 327 7356882 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 15)

Dott.ssa Silvia Conti – Dietista
e-mail: dietista@aicemiliaromagna.it – cell. 328 5331455 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12)

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui